Itinerari & escursioni

Turismo sostenibile nell’AMP Torre del Cerrano: il punto della situazione

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

L’Area Marina Protetta Torre del Cerrano si sta adoperando nella direzione del turismo sostenibile, nell’ottica di uno sviluppo economico equilibrato sia verso le risorse ambientali della zona, sia verso la popolazione locale.

 

Il percorso è iniziato nel 2014 con l’ottenimento della Carta Europea del Turismo Sostenibile (CETS), uno strumento di certificazione coordinato da Europarc Federation.

Dopo aver ottenuto la certificazione, quindi, l’Area Marina ha individuato una serie di esercizi alberghieri e balneari disposti ad impegnarsi in una gestione sostenibile delle risorse ambientali. A questi, l’ente ha dato il riconoscimento “Amici del Parco”.

Non solo: l’ente aderisce anche al progetto DestiMED, il cui scopo è coordinare e gestire in maniera sostenibile le Aree Protette della fascia mediterranea. Proprio grazie a DestiMed, la Torre di Cerrano a fine settembre ospiterà dei visitatori stranieri in visita al parco e al fortilizio, ma anche alla città di Atri, sede a sua volta dell’Oasi WWF. L’obiettivo è anche quello di destagionalizzare i flussi turistici, normalmente concentrati nel periodo estivo.

 

La vittoria del progetto Di.Pin.To per il bando della Regione Abruzzo per il programma POR-FESR 2014-2020 per la tutela e la valorizzazione dell’ambiente protetto può contribuire alla destagionalizzazione.

Infatti, grazie ai fondi ottenuti, l’Area Marina Protetta prevede di migliorare i servizi offerti nella sede della Torre di Cerrano. Il Museo del Mare avrà molta rilevanza, soprattutto con l’attivazione del servizio della Biblioteca del Mare, un database di informazioni scientifiche condivise e gratuite, che creerà una rete di saperi tra ricercatori, visitatori, operatori marittimi e turistici, ma anche studenti e insegnanti delle scuole. In questo modo si punta anche allo sviluppo del turismo scientifico nell’area del Cerrano.

Nell’ottica dell’implementazione dei servizi a Torre di Cerrano, domenica 24 settembre 2017 sono stati inaugurati il punto di EcoRistoro, dove i visitatori potranno finalmente fermarsi per un break sulla terrazza della torre, e il canale radio VHF, pensato per migliorare i servizi di vigilanza e sicurezza.

I punti di forza del turismo in AMP restano quelli legati alla natura: il cicloturismo, le escursioni in pineta e lo snorkeling registrano sempre un alto tasso di gradimento tra i visitatori dell’area. L’offerta riguarda anche gli appassionati della cultura locale: lo specchio d’acqua antistante la Torre, come noto, nasconde le rovine dell’antico porto romano di Hatria.

 

Proprio al turismo sostenibile l’ONU ha dedicato l’anno in corso.

Il turismo va assumendo un peso sempre maggiore come risorsa economica. Una gestione non equilibrata delle risorse ambientali può far emergere una serie di problemi. Tra quelli citati dall’UNESCO vi sono la perdita dell’identità culturale delle popolazioni ospitanti, la dipendenza economica dalla massa di visitatori esterni, ma anche il degrado ecologico dell’ambiente locale.

Per l’International Ecotourism Society, la pratica del turismo sostenibile verso le aree naturali (detto anche Ecoturismo) ha il duplice scopo di produrre opportunità economiche che rendano la conservazione delle risorse naturali vantaggiosa per le popolazioni locali.


Un obiettivo ambizioso, da raggiungere a piccoli passi ma con determinazione e costanza. Intanto Torre di Cerrano va affermandosi come meta turistica apprezzata da molti visitatori attenti all’ambiente e alle bellezze storico-archeologiche delle terre del Cerrano.

Contatti

Indirizzo

Strada Statale km 431 - 64025 Pineto (TE)

Chiamaci
+39 0859492322
Email

info@visitcerrano.it

Latest Tweets

Twitter response: "Could not authenticate you."

Contattaci